aktuell gebetsanliegen head it

Iraq 48Iraq | Tempi pericolosi

Il pastore Jules ha subìto personalmente delle persecuzioni. Sotto il regime di Saddam Hussein, fu intrappolato e rimase per un po’ di tempo in attesa di esecuzione nel braccio della morte. Questa settimana avrebbe dovuto parlare al Congresso sulla persecuzione dei cristiani. Ma non voleva lasciare la sua chiesa senza una guida, viste le crescenti tensioni che si registrano nell’ultimo periodo. Riferisce che la situazione nella regione è particolarmente pericolosa per i cristiani. Vivono costantemente con la paura di essere rapiti, tra combattimenti e rivolte. Poiché la comunicazione sui social media è controllata dal governo, esiste il pericolo concreto che le attività cristiane vengano scoperte e bloccate dalle autorità.

Preghiamo...

> per la protezione da rapimenti e ferite causate da scontri e disordini;
> che le porte siano aperte all’annuncio del Vangelo;
> perché tutti abbiano a disposizione maschere antigas, medicine, cibo, tende, coperte e ossigeno in caso di attacco;
> che i cristiani non siano minacciati dai social media e che Dio nasconda le loro attività al governo.