aktuell gebetsanliegen head it

India 20Sud Sudan | Evangelisti in prigione

Tre dei nostri evangelisti sono stati perseguitati nella loro regione d’origine per aver trasmesso alla gente la buona notizia di Gesù. Sono stati arrestati e messi in prigione. Qualche giorno fa, due di loro sono stati rilasciati dietro al pagamento di una multa salata e con la minaccia che se avessero continuato a predicare, la prossima volta sarebbero morti. Il terzo evangelista è ancora in prigione.

Martedì scorso abbiamo saputo che anche lui è stato rilasciato per qualche ora, ma poi è dovuto tornare in prigione. Tutti e tre sono stati convocati e hanno ricevuto la notizia di non essere più sposati: le loro mogli sono state infatti costrette a divorziare e i loro figli portati via. Quel che è accaduto rappresenta per loro un tipo diverso di tortura, più che altro psicologica.

Ora dovranno risposare le loro mogli, ma questo potrà succedere soltanto se i parenti delle donne lo accetteranno. Sono demoralizzati e il dolore è ancora più forte.

Preghiamo ...

> Cristo dia forza, incoraggi e rinfranchi il cuore e l’anima degli evangelisti e delle loro famiglie;
> gli evangelisti sperimentino la protezione e la cura di Dio;
> resistano alla pressione e riescano a ottenere un favore particolare dalle autorità, che porti alla scarcerazione di tutti.