aktuell gebetsanliegen head it

Preghiera 8Eritrea | La situazione della persecuzione è immutata

Il nostro partner in Eritrea ci dà questa triste notizia.Alti e bassi per i cristiani dell‘Eritrea. “Voglio ringraziarvi e dirvi che le vostre preghiere stanno avendo un grande effetto”, scrive il nostro amico.

Quando qualcuno viene improvvisamente strappato dai suoi studi, dal lavoro o dalla famiglia e imprigionato per molti anni in condizioni terribili, lascia il segno. Le sfide fisiche e psicologiche durante l‘incarcerazione sono scoraggianti, a volte distruttive.

Immaginate anni di isolamento senza alcuna notizia di come sta la famiglia, il coniuge e i figli. Tali esperienze possono risultare in un comportamento problematico dopo il rilascio. Le comunità cristiane non sono infrequenti di fronte a queste conseguenze.
Questo è spesso aggravato dai problemi spirituali degli ex prigionieri. Le chiese dell‘Eritrea e i singoli cristiani hanno bisogno delle nostre preghiere.

Preghiamo...
> Per i nostri partner in Eritrea, per il continuo lavoro che svolgono, a volte rischioso, ma con creande determinazione.
> Per i nostri fratelli, uomini e donne, che stanno ingiustizie da molti punti di vista. Che Dio possa risanare e ricostruire vite.
> Per il Governo, la condizione sociale e sanitaria di questo paese e per un cambiamento imminente e duraturo.