kambodschaUebersicht it

kambodscha2 slPopolo traumatizzato

I »Killing Fields« sono sinonimo dell’eccidio perpetrato dai Khmer Rossi ai danni del proprio popolo nel periodo fra il 1975 e il 1979. Ancora oggi le sue ripercussioni sono ampie e sentite.

Un terzo della popolazione è stato assassinato e non esiste quasi famiglia che non abbia perso qualche congiunto. Questo trauma continua a paralizzare il popolo fino a oggi, infatti molti cittadini sono bloccati e non hanno la forza di affrontare le sfide del presente. Una delle conseguenze di tale stato è una schiacciante miseria. Più di cinque milioni di cambogiani vivono sotto la soglia della povertà.
Da trenta anni è al governo Hun Sen, un uomo che è sempre riuscito a eliminare ogni avversario con l’intimidazione e la violenza.

Osare la vita
Dal 1990 ACP si impegna per il popolo cambogiano in collaborazione con l’organizzazione Ethnos Asia. I Church Empowerment Programs (CEP), corsi nell’ambito agricolo negli Harvest Center e una banca insolita restituiscono ai cambogiani il coraggio di vivere il presente. La sola banca ha permesso a centinaia di famiglie di crearsi una base esistenziale fondata sull’agricoltura. Gli effetti prima e dopo sono impressionanti, come dimostra l’esempio del Angkor Sor Village.

News

Cambogia 33

Cambogia | Dai figli ai genitori

Al Functional English Center di Siem Reap le lezioni escono dalle aule. L'organizzazione missionaria Ethnos Asia, affiliata ad ACP, gestisce centri di formazione in…
26. Agosto 2019
100